Skip to content Skip to footer

Escursione sul Monte Legnoncino

Salita al monte affacciato sul Lago di Como

Vetta minore del Monte Legnone, Il Monte Legnoncino sorge in Valvarrone, valle laterale della Valsassina in provincia di Lecco, a circa 1,30 h da Milano.

Approfittando di un’altra splendida giornata di fine febbraio, decidiamo di impiegare la nostra domenica allo scoperta di questo monte che, con i suoi 1711 metri di altitudine, rappresenta un balcone panoramico di tutto rispetto, raggiungibile attraverso un percorso mediamente facile e con un dislivello contenuto, adatto anche per godersi un tramonto dopo una giornata lavorativa.

Il percorso parte dal Rifugio Roccoli Lorla, a 1463 m di altitudine, dove è possibile lasciare l’auto in uno spiazzo di dimensioni contenute. Da qui, scendendo di pochi metri rispetto al parcheggio, si imbocca una mulattiera sbarrata e si prosegue seguendo i cartelli con le indicazioni per il Legnoncino.

La strada, sterrata e di media pendenza, attraversa un bosco, in questa stagione spoglio, di larici e betulle che, in periodi più caldi, rende ombroso il sentiero che si snoda in tornanti sino quasi alla vetta. Ora invece, nelle zone meno esposte al sole, c’è ancora un po’ di neve e ghiaccio. Dopo circa 40 minuti di cammino si giunge nei pressi di una terrazza naturale con un paio di panchine che si affacciano sul lago. Proseguendo ci si imbatte, poco dopo, nella chiesetta di San Sfirio, una vecchia fortificazione militare. Da qui il sentiero sterrato si fa più stretto e un po’ più esposto sino a raggiungere, dopo circa un’oretta di cammino dalla partenza, la splendida vetta con al centro un’imponente croce metallica.

Il panorama che ci si apre davanti è quello del Lago di Como, del Legnone, della Valvarrone, dei Piani di Spagna e, in lontananza, delle Alpi. Seppur simili i panorami che si affacciano sul Lago di Como, essi sanno comunque regalare delle piacevoli emozioni dove fanno da padrone l’azzurro dell’acqua e del cielo. Anche questa volta una leggera foschia a livello del lago rende ancora più piacevole la vista.

Ci fermiamo qui, con le gambe a penzoloni, per mangiare un panino e poi tornare al punto di partenza, percorrendo il sentiero a ritroso.