Skip to content Skip to footer

Alla scoperta dell’Orrido di Nesso

A breve distanza da Como, a poco più di un’ora da Milano, L’Orrido di Nesso è una pittoresca gola naturale dove i torrenti Tuf e Nosè, incontrandosi, danno vita ad una scenografica cascata le cui acque convergono nel Lago di Como.

Arrivati nel piccolo borgo di Nesso, lasciamo l’auto e, già dall’alto, avvertiamo lo scroscio dell’acqua e vediamo il canyon da cui sgorga la cascata, senza ancora scorgerla del tutto. Cerchiamo le indicazioni per il Ponte della Civera e, guardando il lago, sulla destra, imbocchiamo una scalinata fatta da più di 340 scalini che, in pochi minuti, attraversando caratteristici vicoli, ci porta su uno spiazzo che degrada dolcemente verso il lago.

Procediamo a sinistra passando sotto un portico finestrato (che ci regala degli scorci molto belli del lago incorniciato dalle foglie)e, giunti sul pittoresco ponte medievale, ci si apre davanti la spaccatura dell’orrido la cui cascata compie un salto di 200 m. Quello dal ponte è infatti il punto migliore per godere della vista della gola che si apre davanti a noi, ornata da una ricca vegetazione che si abbarbica sulle rocce e sugli edifici laterali. L’acqua, scrosciando, si getta nel fiume che assume sfumature smeraldo, fino a confluire nel lago. Quella all’Orrido di Nesso è una gita semplice e veloce, magari da accorpare alla visita di qualche posto vicino (volendo si può visitare anche il paese molto caratteristico), che regala un momento di pace in un posto che sembra uscito da una fiaba.